Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

lunedì 18 febbraio 2013

DARKTHRONE - The Underground Resistance

Peaceville Records

Un capolavoro. Una perla di metal estremo. Un disco talmente perfetto da lasciare tutti estasiati, a bocca aperta. Tutto è stato ben pensato, in modo perfetto, impeccabile, sia da un punto di vista compositivo che tecnico. Un insieme di rabbia ed aggressività  fuse con momenti di pura follia e di genio spiazzante. The Underground Resistance fonde i migliori ingredienti del sound dei Darkthrone, tra il death, il black, il viking, il punk, heavy tradizionale ed anche il progressive. Le chitarre sanno essere pesanti, potenti, ruvide, robuste, ma anche straordinariamente intense, tecniche fino all'inverosimile. Alle spalle c'è il supporto di Fenriz alla batteria, che picchia duro dietro le pelli, che con il suo basso inserisce delle autentiche picconate metalliche. C'è malinconia e c'è tristezza nella musica dei Darkthrone, ma anche profonda frustrazioni. Sentimenti che vengono trasmessi in The Underground Resistance e che colpiscono immediatamente l'ascoltatore. Non è un disco semplice d'assimilare, perché è ricco di sfumature e di particolari. E' però un lavoro diretto, incisivo, che sa colpire, che sa drogare chi lo fa entrare nelle proprie vene. Si spazia da momenti dinamici, ad altri più lenti, con grande maestria. In questo è determinante Nocturno Culto abile a modulare la sua voce in base alle singole circostanze. Il neo è nella produzione, forse non degna del talento dei Darkthrone, che con The Underground Resistance giungono a quota sedici in fatto di album in studio e che tornano sul mercato a tre anni da Circle the Wagons. Impossibile a rinunciare a tanta grazia!

Voto: 8,5/10

Maurizio Mazzarella