Mazzarella Press Office

EMP 1

giovedì 16 marzo 2017

PAIN OF SALVATION - In the Passing Light of Day

Inside Out
E uscimmo fuori a veder le stelle!si potrebbe usare questa frase tratta dalla Divina Commedia dantesca per definire l’ultimo periodo dei nostri progster svedesi P.o.s,perché l’ultimo periodo è stato davvero doloroso, soprattutto in merito alle condizioni fisiche del leader Daniel Gildelow; ma il sole è tornato a splendere, e i nostri hanno confezionato questo album composto di rabbia solare, contagiosa! Lo so sembra una contraddizione, ma sin dalla opener “On a Tuesday”,abbiamo a che fare con del prog nervoso,riff moderni ma che danno il la a chorus ariosi e ricchi di melodia, con il buon Daniel sugli scudi e la band in stato di grazia!”Tongue of gold” il brano a seguire è stupendo, pieno di sentimento e pathos, nonostante la struttura metal, è dotato di un cuore pulsante ed emotivo di pregiata fattura.

”Silent gold”è l’altra faccia della medaglia dei nostri, un brano emozionale, lento, quasi soul nella struttura, bellissimi i cori che rapiscono nel brano ,ma che è la quiete prima della tempesta, perché la band ci butta in faccia brani scattanti,rabbiosi e pulsanti come “ Full throttle tribe” e “Reasons”,ma il pezzo da 90, è la titletrack, una suite che dura poco più di 15 minuti, con orchestrazioni, saliscendi emotivi, parti acustiche e eclettismo sonoro dei nostri, che con impeto, passione e gioia, impartiscono l’ennesima lezione di come deve essere fatto il prog moderno, bentornati ragazzi, grazie per averci regalato l’ennesimo raggio di caldo sole!! 

Voto: 9/10

Matteo”thrasher80”Mapelli