Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

giovedì 9 novembre 2017

METATRONE - Eucharismetal

Rockshots
I catanesi Metatrone sono al quarto full-length album. E fin dalle prime note ci svelano subito quali sono le migliori qualità, a livello musicale e concettuale. Chiariamo subito che il titolo dell'album in questione, "Eucharismetal", dovrebbe già dare un'idea degli argomenti toccati dai testi. Aggiungiamo il parziale cantato in italiano, e ci accorgeremo da titoli di canzoni come "Salva L'Anima" e "Regina Coeli" (nonché "In Spirit And Truth") che i nostri possono essere considerati una Christian Power Metal band. Ed ora, affrontiamo una recensione con le dovute visioni oggettive, senza alcun tipo di refrattarierà ideologica e mistica. Troviamo innanzitutto una produzione cristallina, virtualmente perfetta, per un Power Metal di maniera ma tutto sommato di qualità, 65 minuti di Prog/Power Metal caratterizzato da idee sviluppate in maniera funzionale ed efficiente, keyboards molto presenti con arrangiamenti sofisticatissimi e ricercati (da fuoriclasse la strumentale "Mozart's Nightmare"), perizia tecnica di buonissimo livello e sana energia da parte di tutta la band, un cantante espressivo che non perde una nota che sia una e che nonostante il manierismo molto marcato, con un certo carisma riesce a fare il "piacione" con tutti i Power-Maniacs... scherzi a parte, credo che Jo Lombardo sia quanto di meglio possano aver trovato come singer.

L'album è bello, le composizioni sono molto complesse e rodate alla perfezione. Testi: da quel poco che sono riuscito a leggere, principalmente il testo di "Molokai", non si tratta dei soliti inni ai santini e all'esser buonini buonini per poter andare in paradiso. Mi paiono invece piuttosto filosofici, impegnati, profondi ed anche di una certa cultura. La presenza, spesso e volentieri, di una voce growl a far duetto con l'ugola virtuosa di Lombardo, fornisce una forte sensazione di lotta tra bene e male, di un conflitto insito nell'animo umano, di una certa ricerca spirituale condotta con serietà e, almeno apparentemente, arrivata in fase piuttosto avanzata. In questo caso, visto il forte carisma del concept insito nel progetto Metatrone, e visto anche la preparazione tecnico-compositiva mostrata nell'affrontarlo, il risultato non può essere giudicato che in maniera positiva. Forse è proprio la loro forte dimensione spirituale che li ha portati a realizzare un album così superlativo. Forse le due cose, musica e concept, sono inscindibili. Mi piace pensarla così. Consigliato a tutti. Specie se siete fan di bands come i Saviour Machine, perché qui ci troviamo difronte uno sviluppo altrettanto interessante e profondo di questo tipo di discorso spiritual-musicale. Che la Luce sia con voi. 

Voto: 9/10 

Alessio Secondini Morelli